PARTENARIATO SPECIALE PUBBLICO PRIVATO


Il Partenariato Speciale Pubblico Privato (PSPP) è un nuovo istituto previsto dal Codice dei contratti pubblici (art. 151, c.3) che permette di costituire un’alleanza paritetica tra amministrazione pubblica e soggetti culturali privati ed è uno dei possibili nuovi strumenti operativi a disposizione degli organismi teatrali per restituire alla collettività gli oltre 198.000 beni del patrimonio culturale dello Stato, di cui oltre il 71% in stato di grave sottoutilizzo, assenza di pubblica fruizione o in abbandono vero e proprio.

Nel 2018 Teatro Tascabile e Comune di Bergamo, con la consulenza di Fondazione Fitzcarraldo, applicano concretamente per la prima volta in Italia quanto contenuto nel Decreto Legislativo 150/2016, mettendo in atto un nuovo modello di relazione tra enti pubblici, organismi culturali e soggetti privati per il recupero e la gestione di beni immobili storici attraverso attività specifiche.
Con l’approvazione del Partenariato Speciale Pubblico Privato al Tascabile è stata affidata la gestione del Carmine per 20 anni (rinnovabili).

Arcatedarte photoGianFrancoRota_1

RISORSE

Il TTB Teatro tascabile di Bergamo – Accademia delle Forme Sceniche è una cooperativa sociale il cui scopo, attraverso la produzione di attività di carattere culturale, è quello di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini.
Il modello dell’impresa sociale, a cui il TTB si ispira, consente di tradurre in termini gestionali e amministrativi la poetica, i valori etici, culturali e metodologici che ne costituiscono l’identità, riassumibili in alcune parole chiave: ricerca, artigianalità, pedagogia e gruppo. Su questi valori si fonda la relazione con il territorio, i mercati e gli stakeholders, con l’obiettivo di produrre cultura in maniera sostenibile. Un modo di fare impresa che assegna un’anima etica all’azienda che lo realizza.

La progettazione del TTB riflette e si confronta sul tema del rapporto tra imprenditoria e no profit.
Il Partenariato Speciale Pubblico Privato è il mezzo col quale si attua una semplificazione delle procedure e la realizzazione di una differente visione nella gestione del patrimonio pubblico e il reperimento delle risorse, affidato, nel caso del Monastero del Carmine, al TTB. Nell’ottica progettuale vengono valorizzati l’alleanza con l’Amministrazione comunale, il proprio capitale relazionale e messo a frutto la capacità del Tascabile di attrarre l’interesse dei privati.
Il progetto #tuoCarmine inoltre contribuisce allo sviluppo di piccole economie locali e di azioni di co-marketing tra TTB e sponsor.

Le risorse su cui poggia il progetto provengono da differenti forme e fonti di finanziamento (mix di fundraising).

Risorse umane
Il capitale creativo, umano e relazionale di cui il Tascabile è portatore rappresenta un valore aggiunto a servizio del progetto. Attualmente il TTB è composto da 11 soci, 3 dipendenti e più di 20 collaboratori, attivabili a seconda delle progettualità in atto. Da fine 2020 il Tascabile si è maggiormente strutturato costruendo una squadra di lavoro dedicata all’allineamento tra le attività tradizionali del TTB e il PSPP attivato per la rigenerazione del Monastero del Carmine.

Risorse Materiali
Il progetto conta sull’utilizzo di tutta la dotazione tecnica presente nella sede e negli uffici del Tascabile.

Risorse Economiche
Contributi da Amministrazione pubblica (Comune di Bergamo e Regione Lombardia), bandi e contributi (Fondazione Cariplo, Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo Onlus, Fondazione della Comunità Bergamasca), ricavi da azioni culturali legate agli spazi (seminari, scuola, lezioni, spettacoli etc.), ricavi da azioni commerciali legate agli spazi (affitto sale), ricavi da erogazioni liberali.

Rientrano in questa sezione i fondi raccolti tramite 5×1000 e Art Bonus su cui il Tascabile ha all’attivo due linee, una per il restauro e una dedicata alle attività culturali. Artbonus consente un credito di imposta, pari al 65% dell’importo donato, a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico.
Diventa quindi uno strumento funzionale allo sviluppo del Partenariato Speciale Pubblico-Privato tra TTB e Comune di Bergamo.

La mixitè di fondi raccolti e il valore aggiunto di aver attinto a diverse risorse e capitali, è evidente nel diagramma raffigurante l’investimento di 586 mila euro riguardante il primo lotto di interventi.

Sono attive inoltre azioni di reperimento di ulteriori fondi, intercettati in virtù delle nuove prospettive aperte dal progetto verso settori complementari o ricollegabili alla cultura (turismo, gestione del patrimonio immobile, comunicazione, marketing del territorio etc.).
Infine si segnala la possibilità di reperire fondi alla luce degli obbiettivi dei Programmi Europei 2021-2027.